SITRA e #BeSocialAbruzzo della Regione Abruzzo

Presso la sala convegni dell’Unione Industriali de L’Aquila sono stati presentati il nuovo Sistema Informativo Turistico della Regione Abruzzo (SITRA) ed il lavoro svolto al team di promozione turistica nel social media marketing con l’hashtag #BeSocialAbruzzo. Tutto sotto il coordinamento della Direzione Sviluppo Economico e del Turismo Servizio Informazione ed Accoglienza Turistica.

#BeSocialAbruzzo

Mi sono chiesto per la prima volta cosa stesse facendo la mia regione nei social media nel corso di BTO 2012, quando fu presentato uno studio di BlogMeter sulla presenza delle regioni italiane su Facebook e Twitter.

Da questo studio la presenza e influenza della Regione Abruzzo in questo ambito risultava poco significativa, appena-appena visibile in alcune tabelle  (nelle ultime posizioni tra le prime 10).
Dalla relazione ascoltata durante la presentazione oggetto di questo scritto, ho avuto la netta sensazione che la Regione Abruzzo stia facendo un ottimo lavoro. Sono stati presentati dei dati interessanti, ne riporto qualcuno che ricordo a memoria: aperti 35 profili a livello internazionale nei social network più diffusi (Facebook, Pinterest, Twitter, Instagram, Foursquare) nei seguenti paesi: Italia, Gran Bretagna, Francia, Germania, Olanda, Svezia e Norvegia. Con relativi minisiti collegati (in lingua) per rafforzare la presenza online. Un risultato interessante è quello raggiunto in Instagram con 3190 followers, prima regione in Italia.
Maggiori info e dati nel documento che segue, in cui si vede il deciso miglioramento a novembre 2013 della posizione in ambito social: Social Media Marketing Regione Abruzzo (pdf)

E’ stato fatto anche cenno al rapporto finanziato da Google e presentato a BTO 2013 sull’impatto dei contenuti online sul turismo europeo, di seguito un piccolo estratto:

“Internet svolge un ruolo vitale e sempre crescente nel settore dei viaggi europei … Ormai il contenuto online è una fonte primaria di informazioni sui viaggi, che supera tutte le altre forme di media e marketing tradizionali in Europa. Le agenzie di viaggio entrano in contatto con i consumatori attraverso strumenti di marketing online, social media, app di viaggio, funzionalità di ricerca e piattaforme di prenotazione. Queste fonti di informazione e canali diversificati spingono sempre di più il settore del turismo europeo.”

“Tuttavia, anche se la domanda di turismo si sta orientando sempre di più verso l’ambiente online, e la cultura è un fattore motivante, solo una proporzione relativamente bassa di operatori in Spagna, Italia e Grecia usa il commercio elettronico per entrare in contatto con potenziali clienti. Un tale squilibrio presenta una significativa opportunità per incrementare le vendite mediante un’adozione più ampia da parte del settore delle piattaforme di vendita e di marketing via Internet.”

Da questo studio si evince che se l’Italia adottasse nell’industria turistica misure atte a promuovere attività online comparabili a quelle dei Paesi guida della UE, quali ad esempio Svezia e Irlanda, l’Italia vedrebbe crescere la propria domanda turistica di circa il 10% e il PIL e il tasso di occupazione del Paese di circa l’1%. Date le dimensioni dell’economia, questo si tradurrebbe in circa 250.000 nuovi posti di lavoro. [Clicca qui per scaricare lo studio completo.]

Un’iniziativa decisamente molto interessante è il Social Media Team Diffuso. In pratica chiunque abbia la possibilità di contribuire con contenuti di vario genere (foto, articoli, eventi) alla diffusione del brand Abruzzo nei social media, può farlo semplicemente richiedendo le credenziali di accesso al sistema informativo regionale, per la pubblicazione e/o segnalazione dei contenuti. Inoltre il Social Media Team Diffuso può essere coinvolto in campagne con l’uso degli hashtag canonici della regione #BeSocialAbruzzo e #VisitAbruzzo, per creare massa critica in occasione del lancio di campagne pubblicitarie o promozionali. L’adesione al Social Media Team Diffuso sarà utile anche per dare eco a eventi locali, se segnalati e condivisi nei vari profili social della regione.

Sono state sviluppate anche 3 app tematiche, disponibili per le piattaforme più diffuse (iOS ed Android).
Ski Abruzzo: per essere aggiornati in tempo reale sugli impianti sciistici abruzzesi, condizioni meteo, impianti aperti, caratteristiche, lunghezza piste, webcam.
Abruzzo Events: per teneri aggiornati sui principali eventi e manifestazioni.
Abruzzo RAI Local: è una guida multimediale realizzata in collaborazione con la RAI.

SITRA

Il SITRA (che non ha nulla a che fare con il social media marketing!) è un sistema informativo che consente alle strutture ricettive di contribuire alla raccolta di dati statistici sulle presenze in maniera del tutto informatizzata. Quindi non più stampa di report sui modelli ISTAT e la consegna a mano o via fax presso gli Uffici IAT.
Si devono semplicemente utilizzare i dati generati dal proprio software di gestione alberghiera (PMS) per le comunicazioni di Pubblica Sicurezza (schedine di P.S.) inviandoli attraverso il SITRA alla Regione Abruzzo. Sono già intefacciati almeno il 90% dei software utilizzati in Italia.
Chi non fosse munito di software gestionale può fare tutto sulla piattaforma SITRA: inserimento delle schedine di P.S. direttamente nella piattaforma SITRA e contestuale comunicazione ai fini statistici, quindi generazione di un file per la Questura (sempre con il SITRA).
Al di la di questa importante innovazione per la quale la Regione Abruzzo è prima in Italia, sono interessanti i risvolti pratici per gli albergatori che potranno consultare i dati inseriti nei vari anni, per controllare l’andamento delle presenze. E’ possibile anche scegliere un competitive set di alberghi concorrenti (almeno 5 e della stessa categoria) per confrontare l’andamento delle presenze del proprio albergo con quelle risultanti nel competitive set.
Con la stessa piattaforma si effettuano le comunicazioni dei prezzi annuali di settembre.
Un bel risparmio di carta e tempo!

Questo sistema a mio avviso ha un grosso limite, non consente di fare analisi a livello revenue. Sarebbe interessante, richiedendo agli albergatori (in maniera riservata!) anche i ricavi giornalieri, capire il valore delle singole destinazioni in termini di ricettività. Una specie di Borsa della ricettività alberghiera. Utile a tutti i gestori per capire e definire strategie revenue. Basterebbe un dato, un solo altro dato.
Rimando in proposito alla lettura di questo articolo: Quanto vale una destinazione turistica?

Per maggiori informazioni sul SITRA (manuale, richiesta password, ecc..):
[Pagina della Regione Abruzzo del SITRA]